Come fare la differenza con una strategia di Content Marketing efficace

Come fare la differenza con una strategia di Content Marketing efficace

Ultimamente si parla tanto di content marketing, una forma di web marketing non intrusiva, dove lo scopo non è vendere un prodotto ma creare interesse verso il Brand e accompagnare gli utenti alla vendita tramite i contenuti.

Fino a qualche anno fa si puntava tutto sui canali di comunicazione tradizionali, come TV e cartelloni pubblicitari, dove i consumatori ricevevano il messaggio in modo passivo e indifferenziato. 

Oggi il modo di fare marketing è cambiato, perché i consumatori non si accontentano più di forme pubblicitarie intrusive. Non si fidano più delle pubblicità tradizionali, bensì si aspettano di più, si documentano, confrontano i prodotti, dicono la loro. 

Ai consumatori non interessa sapere cosa vendi, ma i benefici che traggono acquistando i tuoi prodotti, e, quindi, come possono migliorare la quotidianità. 

Tramite i contenuti le aziende si fanno conoscere, fanno vedere il loro lato umano per instaurare credibilità e fiducia verso gli utenti. 

Produrre dei contenuti e diffonderli online tramite articoli di blog o Social Media non significa fare content. Il content marketing richiede alla base una solida fase di analisi sulla quale elaborare un’efficace strategia. 

Grazie all’analisi potrai scoprire chi sono i tuoi utenti, quali sono i loro interessi, dove trascorrono il loro tempo online e quali canali usano. Potrai scoprire quale messaggio inviare, come inviarlo e dove diffonderlo. 

Solo in questo modo potrai attirare effettivamente la loro attenzione e portare gli utenti a conoscere te e i tuoi prodotti. 

Se vuoi scoprire come implementare una strategia di content marketing efficace segui questi 3 suggerimenti. 

1. Racconta una storia 

Il settore dell’E-commerce è molto competitivo, e le aziende per farsi notare devono differenziarsi, trasmettere i propri valori e non restare anonime. 

Per l’uomo è difficile non associare un significato a ciò che vede. Di fronte e una foto o una situazione automaticamente cerca di ricostruire ciò che vede e attribuirgli un significato, creare una storia. 

raccontare una storia

Se a ogni messaggio che comunichi crei attorno una storia, renderai i tuoi messaggi efficaci ed emozionali.

Ricorda che non stai vendendo un prodotto, ma l’emozione che spinge all’acquisto e all’uso di quel prodotto. Racconta come i problemi dei tuoi clienti possono essere risolti grazie ai tuoi prodotti e di come i tuoi prodotti siano unici perché rispondo appieno alle loro esigenze. 

Per valorizzare l’azienda e distinguersi dai competitor evidenzia le particolarità di spicco, ciò che ti rende unico. Ciascun brand è unico con alle spalle una propria storia da raccontare. 

Come creare la storia? 

Prima di tutto bisogna individuare l’obiettivo da perseguire in relazione alle necessità dell’E-commerce. Se devi accrescere la visibilità, l’obiettivo è la brand awareness; se devi accrescere i tuoi utenti, l’obiettivo è l’acquisizione di lead; la fidelizzazione per spingere gli utenti a riacquistare sul tuo sito. Successivamente alla definizione dell’obiettivo c’è la strategia.

Tutto dipende a che fase del funnel di conversione si trovano gli utenti: se ti devono ancora conoscere o stanno valutando diverse opportunità o devono effettuare un riacquisto. Per ciascun obiettivo devi impostare una comunicazione diversa e diffonderla su diversi canali. 

Scelto l’obiettivo puoi individuare il messaggio che vuoi comunicare e da lì iniziare a strutturare la tua storia. 

Ogni storia che si rispetti ha un eroe che deve affrontare una sfida e un nemico da sconfiggere. Da questi topic, in base a cosa vuoi comunicare e al tuo obiettivo, puoi creare una storia che stupisca gli utenti. 

2. Il contenuto deve rispecchiare le loro passioni 

Quando si creano contenuti bisogna mettersi nei panni dei clienti. Riuscire a intravedere quello che gli interessa e di cosa hanno bisogno. 

Scrivere contenuti interessanti significa parlare di ciò che piace a loro, utilizzare il corretto “tone of voice”. I tuoi utenti devono capirti e immedesimarsi in ciò che scrivi.

rispecchia le loro passioni

I canali sono un modo per mettersi in contatto con gli utenti e conversare con loro. Lo scopo è fornire loro un’esperienza che stanno già cercando. 

Quando gli utenti fanno una ricerca online vogliono imparare cose nuove, informarsi o divertirsi. Anche nella scrittura di un annuncio sponsorizzato, personalizza il messaggio in base alle ricerche effettuate dagli utenti, mostra loro ciò che realmente gli interessa. 

Ma come puoi sapere a cosa sono interessati i tuoi clienti e cosa li appassiona? 

Bisogna spendere quasi il 50% delle risorse analizzando i propri clienti. Devi identificare non solo i dati socio-demografici, ma anche i loro valori, le aspettative nei confronti del brand e del prodotto. Devi identificarti in loro e immedesimarti per comprendere chi sono, quali canali seguono, a quali forum o gruppi sono iscritti, come comunicano, cosa li affascina e quali sono i loro interessi. Infine, devi capire cosa li ha spinti a scegliere te piuttosto che altri competitor. 

Solo dopo aver individuato il tuo target, puoi comprendere su quali canali attivare la tua strategia e come comunicare con i tuoi clienti. Con una buona analisi riuscirai a individuare quali contenuti pubblicare. 

Vi sono diversi tipi di contenuti: testi, immagini, foto, video, tutorial, articolo di blog…, e per ogni canale devi realizzare un tipo di contenuto diverso. Per esempio su Instagram potresti creare contenuti più visivi, come foto, video e stories, che sono più coinvolgenti e d’impatto; su Facebook puoi puntare di più su foto e video; su LinkedIn, invece, contenuti più informativi e testuali. 

Ci sono diversi metodi e strumenti per raccogliere le informazioni sui clienti: 

Dati in tuo possesso 

Studia l’audience del tuo sito e dei tuoi canali per conoscere i tuoi clienti e quali sono i loro interessi. Utilizza strumenti come report Google Analytics e gli insight dei Social. Tramite i Social puoi analizzare i profili degli utenti che ti seguono e individuare cosa gli piace e dove rintracciare i potenziali clienti. 

Interviste 

Favoriscono informazioni preziosissime sui tuoi clienti. La racconta di dati attraverso interviste richiede un effort maggiore, perché bisogna porre domande specifiche e ben studiate, inoltre, spesso è difficile convincere i clienti a rispondere al questionario, tuttavia ti permettono di avere dati precisi basati su informazioni fornite direttamente dagli interessati. 

3. Reinventa, non rivedere i vecchi contenuti 

I contenuti sono liquidi, si adattano al mezzo utilizzato e ogni contenuto può essere letto da diversi punti di vista e mutare di significato. 

I mezzi tradizionali non sono morti, devono essere rivisti, adattati alle nuove esigenze e integrati nella strategia online, per ideare un’unica strategia dei contenuti che comprende sia l’online sia l’offline. 

Se non sai da dove iniziare, non dimenticare che pur non sapendolo, hai già tanti contenuti a tua disposizione che puoi sfruttare. I contenuti sono ovunque, vecchi articoli di blog, post sui Social, brochure e cataloghi di prodotto. Tutto ciò che viene comunicato tramite una specifica azione è contenuto. 

Se hai dei contenuti riguardanti lo stesso argomento, puoi riunirli e realizzare un ebook da scaricare; o se hai diversi post incentrati su uno stesso argomento, puoi raggrupparli e realizzare un articolo di blog. Inoltre, un articolo di blog può diventare un webinar o un video. I contenuti generano altri contenuti. 

Controlla tutti i contenuti realizzati fino a oggi ed elabora una nuova strategia reinventando i vecchi contenuti e trasformandoli in contenuti unici. 

Cosa fare quindi? 

Come detto in precedenza, metà del lavoro è rappresentato dall’analisi del target, perché prima di procedere con l’elaborazione della strategia devi essere in grado di conoscere: 

  • Perché comunicare 
  • A chi comunicare 
  • Cosa comunicare 
  • Quando comunicare 
  • Dove comunicare 

Solo se riesci a rispondere a questi punti potrai elaborare una strategia dei contenuti efficace.

misura i risultati

Infine, ricorda che una buona strategia di content marketing deve portare dei risultati specifici. Ricordati di analizzare il rendimento dei tuoi contenuti. In base all’obiettivo è possibile verificare se la strategia è stata più o meno efficace. Un esempio pratico: se il mio obiettivo è aumentare la visibilità, traccio quante visualizzazioni ha avuto il contenuto, quanti utenti hanno letto/riprodotto/visto il contenuto, quanti hanno condiviso e così via. 

Bisogna tradurre l’obiettivo in metriche ben precise e individuare a quale traguardo vuoi arrivare per poter quantificare l’efficacia della tua strategia e se hai raggiunto i risultati attesi.

Articolo estratto dal sito PrestaShop Blog

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.